Brisighella si racconta: Benemeriti del dono del sangue, una scelta anche per sé stessi

Se l’effetto crisi si fa sentire anche sul piano sociale, non per questo la sezione Avis brisighellese ha risentito di un calo di donazioni e nel 2012 sono state 450 (427 di sangue intero e 23 di plasma): ventuno prelievi in più rispetto al 2011, pari a un più 6,9%, contro un più 0,5% della provincia di Ravenna.

Filippo Montalti, 102 donazioni, riceve dal presidente Avis di Brisighella, Domenico Brunetti, l’attestato di merito e distintivo (oro con smeraldo).

Le donazioni di sangue aumentano e sul territorio cresce pure un segnale di solidarietà, cultura e impegno gratuito che l’azione del volontariato associativo ha saputo trasmettere soprattutto tra i giovani. Gli effetti si misurano coi dati registrati dalla sezione locale, che negli ultimi quattro anni ha visto l’ingresso di 56 nuovi giovani, donatori e donatrici (di cui 16 nel 2012), frutto anche di una capillare promozione avviata in questi ultimi anni fra gli studenti delle seconde classi di scuola media dell’Istituto comprensivo “G.Ugonia” di Brisighella: le stesse che hanno partecipato al 10° concorso Avis, due delle quali vincenti con elaborati scelti per il calendario 2013. Ma oltre alle nuove generazioni, l’attenzione del direttivo locale punta sui nuovi cittadini residenti e la promozione della donazione di sangue è diffusa sul territorio anche con volantini in lingua araba e albanese.

Il presidente Brunetti insieme al segretario Avis, Valentino Cattani, premiato con oro e rubino per le sue 60 donazioni.

Dunque, si guarda avanti, e l’efficacia dei valori del dono gratuito di sangue è già un’inversione di tendenza rispetto al calo dei numeri provinciali dei donatori attivi; invece a Brisighella i 244 volontari (dieci in più rispetto al 2011) impennano gli iscritti alla sezione locale registrando un più 4,3%.

Fra i donatori attivi della sezione locale anche l’ornitologo brisighellese Maurizio Samorì, 19 donazioni (argento).

Fra i benemeriti il brisighellese Renato Piazza, 26 donazioni (argento dorato).

È un segnale confortante come la risposta dei donatori periodici, mai disattesa, che attesta a 41 le “benemerenze” di quest’anno: dieci in più rispetto al 2011, portando negli ultimi quattro anni a 140 i donatori premiati. Fra i donatori che hanno ricevuto distintivo e attestato di merito primeggia Filippo Montalti. Classe 1982, originario di Fognano, Montalti si è distinto con 102 donazioni, seguito da Tiziana Visani sempre di Fognano con 81 donazioni.

Fra i premiati nel foyer del Teatro Pedrini di Brisighella, anche il giovanissimo Filippo Fioravanti di Fognano, 16 donazioni (argento).

Mirko Laghi di Brisighella, classe 1989, riceve il distintivo in argento per le sue prime 12 donazioni.

Fra i premiati spiccano poi i giovanissimi (classe 1989) Filippo Fioravanti e Mirko Laghi con più di dieci donazioni, mentre la più giovane dei benemeriti è la brisighellese Lia Marchi (classe 1991) con quattro donazioni.

I segnali positivi, dunque, fanno perseguire l’obiettivo di due donazioni di sangue all’anno. E verso l’autosufficienza della sezione Avis di Brisighella, l’anno scorso si è inaugurato il nuovo punto di prelievo, negli ambulatori della Medicina di base, che ha già i requisiti richiesti dalla normativa che entrerà in vigore il 31 dicembre 2014.

Margherita Rondinini

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>