Brisighella si racconta: Il ‘pendolo’ di Alessia vale una menzione speciale anche alla scuola media ‘G.Ugonia’

Onori alla scuola Secondaria di primo grado ‘G.Ugonia’ di Brisighella al concorso “Il tempo attorno a noi”, in particolare all’alunna brisighellese Alessia Baruzzi, premiata in occasione della Settimana Scientifica in svolgimento, fino a domenica 28 aprile, al Palazzo delle Esposizioni, a Faenza.

L’alunna Alessia Baruzzi accanto al suo ‘pendolo’.

“Appena arrivata ero molto tesa e le gambe mi tremavano come foglie. Chiamato il mio nome non ero in grado di parlare, ma solo una parola è uscita: Grazie” È il commento a caldo della giovanissima Alessia Baruzzi, accompagnata per la premiazione dalla docente Rosanna Spada.

Alunna dell’Ugonia, classe 2A, Alessia ha presentato un personale manufatto “il Pendolo” che le ha giovato una menzione speciale distinguendosi “per bellezza e originalità dell’elaborato nel comunicare un contenuto tecnico-scientifico”. Al concorso partecipava anche la scuola Materna di Brisighella con il manufatto della Torre dell’Orologio “La signora del tempo”.

‘La Signora del Tempo’ nell’elaborato presentato al concorso dalla scuola Materna di Brisighella.

L’elenco degli onori alla Media di Brisighella non si esaurisce con questa menzione e il tema del ‘tempo’ sembra giovare alla Scuola, che all’inizio di aprile ha raccolto allori anche ‘fuori casa’: a Lucca e a Barga per il concorso internazionale “Il tempo della poesia” organizzato dalla Fondazione Pascoli, in occasione del centenario della morte del poeta romagnolo. A distinguersi è stata la scolaresca della classe 2A dell’Ugonia, classificatasi al secondo posto nella sezione “testo poetico”.

“Quest’anno la propedeutica dell’Istituto comprensivo favorisce, infatti, un progetto letterario, in alternanza con il precedente progetto scientifico, – spiega la dirigente scolastica Carmelina Rocco – e, tra le iniziative svolte, un momento di riflessione sul nostro dialetto ha coinvolto le classi prime della Secondaria ‘G.Ugonia’ nella lettura di brani da Il piccolo principe di Saint-Exupery, alternativamente in lingua francese e in dialetto romagnolo, nella versione dialettale E’ prinzipì”.

La scuola Secondaria di I grado ‘G.Ugonia’ di Brisighella

Un evento singolare per la scuola che è riuscito a veicolare il valore culturale del dialetto romagnolo “e utile ai ragazzi – aggiunge la dirigente – che vivono in una società sempre più multietnica, contraddistinta dai rapidi mutamenti e da una globalizzazione spersonalizzante.”

Margherita Rondinini

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>