Brisighella si racconta: Volontari e Alpini ‘in vetrina’ nell’edicola di piazza Carducci

Cambia destinazione d’uso la rivendita di giornali, a fianco della Collegiata, verso una nuova identità di punto d’informazione per l’associazionismo brisighellese. Nel passato storico dell’edicola si ricorda la gestione di Cornacchia, detto Tintlòna, e dei suoi figli Giorgio e Silverio. In seguito, dopo alterne gestioni, il chiosco si è chiuso con Roberto Montefusco.

È di questi giorni, invece, l’acquisto dell’edicola da parte del Centro Volontari Brisighellesi insieme agli Alpini ‘Sirio Baldi’ “gruppo locale con il quale si è instaurata una fattiva collaborazione – dichiara il presidente del Cvb, Cesare Sangiorgi, già sindaco di Brisighella – e dopo un breve restauro, sarà pronta per diventare ‘vetrina’ di promozione delle attività di Protezione civile e Servizi sociali sul territorio dei tre colli, insieme agli impegni delle ‘penne nere’ locali.”

Il gruppo dei volontari CVB di Brisighella delle sezioni Servizi sociali e Protezione civile

Il gruppo Alpini ‘S.Baldi’ accanto al “Fante che dorme” di D.Rambelli, Monumento ai Caduti di Brisighella

Il futuro del Centro è avviato verso prospettive sempre più importanti, consapevoli di svolgere un servizio indispensabile per la popolazione. Nel 2012 sono stati 427 i viaggi col pulmino a 9 posti per accompagnare ragazzi svantaggiati, dalle proprie abitazioni ai centri di rieducazione, e 367 i trasporti di persone in dialisi e anziani delle Case protette di Brisighella e Fognano a ospedali e ambulatori. “L’assistenza ha interessato 130 persone, con 1300 servizi e 64mila chilometri percorsi dai mezzi in dotazione – precisa Oriana Bandini, coordinatrice dei Servizi sociali – anche per il recapito a domicilio di farmaci e spesa alimentare, e in aiuto al personale della Casa protetta di Brisighella durante il soggiorno di una decina di terremotati dell’Emilia.” L’impegno per il soccorso di pronto intervento è riuscito poi a far fronte a tutte le chiamate in emergenza impegnando 218 volontari di Protezione civile coordinati da Bruno Monduzzi con un servizio di oltre 1500 ore, tra soccorso sismico, emergenza neve, incendi boschivi, vigilanza e sicurezza durante le manifestazioni di piazza.

Volontari impegnati nella manutenzione all’arredo urbano di Brisighella

“Il Cvb è ora la più ‘forte’ associazione del territorio anche con un solido capitale sociale – dichiara il presidente Sangiorgi – e gode della stima del paese, a dimostrazione di offerte, lasciti e donazioni di enti e privati, del sostegno del 5 per mille dei cittadini-contribuenti e dei costanti contributi di Comune e Asl che ci consentono la gratuità dei servizi svolti.”

Brisighellesi impegnati nelle attività dei Servizi sociali

Alcuni volontari brisighellesi della Protezione civile

L’apprezzamento della comunità vede anche il raddoppio delle adesioni: da 140 iscritti agli attuali 280, con divise e tesserino di riconoscimento, suddivisi nelle sezioni di Servizi sociali, Protezione civile e manutenzione di verde e arredo pubblico “segno tangibile che il paese si mette a disposizione in un’esperienza di straordinario valore verso una comunità solidale – sottolinea Sangiorgi – e soprattutto utile in considerazione che il Comune, da solo, non potrebbe fare fronte alle emergenze e ai servizi per disabili e persone sole.” Il potenziamento ha investito pure i mezzi del Centro, grazie al sostegno di istituti di credito e aziende del territorio, con la dotazione di un nuovo mezzo con sollevatore per disabili, di un altro pulmino, e di una turbina per lo smaltimento della neve “operativa già dall’inverno scorso.”

Per i prossimi mesi, invece il chiosco in piazza fungerà nei giorni feriali da bacheca, aprendosi invece per le sagre e le manifestazioni con la presenza di alcuni rappresentanti delle due associazioni pronti a illustrare il loro ruolo a favore della comunità di Brisighella e delle frazioni e anche per raccogliere iscrizioni. Il Cvb ha avviato pure una collaborazione, in accordo con Asp e Comune, per la gestione dei defibrillatori e l’organizzazione dei corsi di apprendimento e rinnovo dei patentini.

Oriana Bandini, coordinatrice dei Servizi sociali insieme al consigliere Verter Panzavolta

Il recente rinnovo del Consiglio direttivo ha riconfermato alla presidenza Cesare Sangiorgi e Bruno Rocco vicepresidente. Oriana Bandini è segretaria e coordinatrice Servizi sociali, mentre Bruno Monduzzi è coordinatore della Protezione civile. La sezione dedicata alla manutenzione dell’arredo urbano è invece affidata ai volontari Pro loco coordinati da Claudio Rondinini. Tesoriere Iginio Chiarini. Tra i consiglieri: Graziello Alvisi, Giuseppe Angioli, Giuseppe Arbia e Verter Panzavolta.

Margherita Rondinini

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>