Purosangue di ‘razza brisighellese’ alla Folle Corsa delle Bighe

Scendono a Faenza, per la prima volta, le percussioni pugnaci dei Tamburi medioevali di Brisighella. Partendo dalla centrale Piazza del Popolo, apriranno, venerdì 21 giugno, la sfilata dei cocchi da guerra partecipanti alla Folle Corsa delle Bighe: attesa manifestazione di folclore faentino durante la settimana di spettacoli dal vivo, propiziatori al Palio del Niballo, domenica 23 giugno, allo Stadio ‘B.Neri’ di Faenza.

In una passata edizione della Folle Corsa delle Bighe, il passaggio del cocchio dei Tamburi medioevali di Brisighella con i ‘cavalli’ Francesco Poggiali e Leopoldo Liverani e sulla biga l’auriga Claudio Graziani.

In una passata edizione della Folle Corsa delle Bighe, il passaggio del cocchio dei Tamburi medioevali di Brisighella con i ‘cavalli’ Francesco Poggiali e Leopoldo Liverani (in azzurro) e sulla biga l’auriga Claudio Graziani.

“È un’ottima opportunità e per noi è una novità assoluta – precisa il presidente dei Tamburi, Franco Suaci – non avevamo mai suonato prima d’ora in territorio manfredo e abbiamo colto l’invito del rione Verde di Faenza che da una decina d’anni promuove questa manifestazione.” I Tamburi apriranno il corteo, seguiti dalle bighe (una dozzina) ispirate a fasti e mitologie dei circhi dell’antica Roma, ma rivisti in chiave moderna, sempre con un auriga alla guida del cocchio, invece, al posto dei cavalli ci sarà una coppia di giovani. Dalla piazza sfileranno lungo corso Mazzini, fino all’altezza di Palazzo Mazzolani, dove saranno sorteggiate le batterie di partenza degli equipaggi.

Fra essi anche una formazione tirata dai purosangue ‘di razza brisighellese’ Francesco Poggiali e Leopoldo Liverani.

Francesco Poggiali, uno dei due ‘cavalli’ della biga brisighellese alla folle corsa faentina.

Francesco Poggiali, uno dei due ‘cavalli’ della biga brisighellese alla folle corsa faentina.

Per Francesco, 25 anni, floral designer nella sua fioreria di piazza Carducci a Brisighella, è la sesta partecipazione. Reduce dalla recente maratona dei 100km del Passatore, affronta ora la goliardia della folle corsa: “una gara faticosa e un po’ assurda – commenta – ma il divertimento ripaga lo sforzo fisico”.

Leopoldo Liverani, il secondo 'cavallo' della biga di Brisighella, con un bottino da Campione italiano di pesca al colpo.

Leopoldo Liverani, il secondo ‘cavallo’ della biga di Brisighella, con un bottino da Campione italiano di pesca al colpo.

Invece, Leopoldo, 26anni, marmista brisighellese nella bottega di famiglia e campione italiano di pesca al colpo (2008 e 2009), corre da tre anni i 400 metri del circuito ovale: “sono tutti in scatto – commenta con tensione competitiva – e alla fine le scariche di adrenalina si fanno sentire.”

Claudio Graziani, auriga del cocchio portacolori dei Tamburi medioevali di Brisighella.

Claudio Graziani, auriga del cocchio portacolori dei Tamburi medioevali di Brisighella.

Claudio Graziani, più noto agli amici come Fruttolo, è l’atletico auriga dell’equipaggio dei tre colli. Elemento di spicco dello ‘zoccolo duro’ dei Tamburi medioevali, fin dal loro esordio sul territorio brisighellese, picchia sulla pelle i ritmi incalzanti dello storico gruppo. Imprenditore agricolo nell’azienda familiare di Zattaglia, ha 34 anni e da sei anni guida il cocchio dei Tamburi: “La competizione è divertente, ma occorre destrezza e occhio, e i pericoli sono sempre in agguato. In passato la nostra biga è già stata speronata e anche un nostro ‘cavallo’ è stato azzoppato. Quest’anno ritentiamo determinati e carichi per portare a casa la vittoria.” Il cocchio brisighellese non ha particolari connotazioni e nemmeno l’auriga indosserà il chitone d’ordinanza. Sull’equipaggio prevale il colore azzurro del cielo di Brisighella e il logo dei Tamburi con lo stambecco rampate del gonfalone comunale: chissà che non siano proprio loro ad avere il capo cinto dalla tenia del vincitore.

Margherita Rondinini

 

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>