Tamburi di Brisighella: dal Medioevo alla Folle Corsa delle Bighe

Non c’è Medioevo senza percussioni e ritmi di pugna. E anche alla Rocca di Brisighella sarà lo storico gruppo dei Tamburi di Brisighella a scandire le animazioni di rievocazione storica nella corte del castello (8 e 9 giugno 2013) annunciando i combattimenti tra invasori e difensori del fortilizio, in vetta a uno dei tre colli che dominano il Borgo, lungo la vallata del fiume Lamone.

Il gruppo ‘storico’ dei Tamburi medioevali di Brisighella, durante una delle loro uscite sul territorio nazionale. Trenta gli elementi che compongono la formazione ‘classica’ ai quali si aggiungono nuove leve nel percorso di formazione.

Sono oltre trenta gli elementi di questa associazione culturale costituita nel 1999, ma il percorso dei giovani Tamburi medioevali è cominciato già nel 1984, grazie alla felice intuizione della maestra brisighellese Amalia Carroli. Negli anni, la passione per il ritmo e il suono li ha fatti crescere come gruppo di percussionisti indipendenti, che il prossimo anno taglierà il traguardo dei trent’anni di presenza sul territorio. Nel 2009, in occasione del loro venticinquesimo anniversario di nascita è uscita una pubblicazione che ripercorre le tappe della loro formazione con testi e le immagini più significative delle loro partecipazioni a eventi italiani ed esteri come la performance al St.Patrick Festival di Dublino. Ora in cammino verso il traguardo del prossimo anniversario non mancano progetti ambiziosi e non si esclude una loro partecipazione al prossimo prestigioso Carnevale di Venezia.

Panoramica aerea durante la sfilata al St.Patrick Festival Dublin (2009).

In primo piano, Franco Suaci, il ‘comandante’ del gruppo Tamburi medioevali insieme a Claudio Graziani (Fruttolo) auriga brisighellese nella prossima competizione della Corsa delle Bighe, a Faenza, venerdì 21 giugno prossimo.

Il curriculum dei Tamburi vanta la loro presenza in diversi e importanti eventi non solo nazionali, e l’evento medioevale alla Rocca di Brisighella (8 e 9 giugno) è appena una delle numerose tappe del carnè 2013. Lo schieramento a cuneo, con la nuova uniforme in nero e bordeaux, accompagna combattimenti, cortei e presentazioni in contesti medioevali e storici.

Parata dei Tamburi medioevali nel centro storico di Brisighella (foto E.Bassetti)

Venerdì 21 giugno una delegazione del gruppo storico sfilerà in corso Mazzini, a Faenza, mentre alcuni di loro formeranno un equipaggio partecipando in notturna alla Corsa delle Bighe in un’appassionante rievocazione, che precede il Palio del Niballo di Faenza. La folle corsa è ideata dal Rione Verde insieme ad Accademia Medioevale. Le bighe come sempre non sono trainate da cavalli ma da giovani, divisi in equipaggi da tre, che su diverse ‘manche’ si sfidano in un circuito ovale tra due ali di folla. La vittoria andrà al primo classificato, ma sarà premiato anche l’equipaggio più simpatico, bello e folkloristico.

L’equipaggio dei Tamburi di Brisighella, in una passata edizione della Corsa delle Bighe. In maglia azzurra, uno dei colori del gonfalone brisighellese, i ‘cavalli’ Francesco Poggiali e Leopoldo Liverani. Sulla biga, l’auriga Claudio Graziani, ‘Fruttolo’.

Margherita Rondinini

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>