Le parole del silenzio nelle veglie di Aurea Bettini

Titola ‘Il silenzio e la bruma’ (edizioni Il ponte vecchio) la recente raccolta di poesie della brisighellese Aurea Bettini: armonia di parole che traducono le inquietudini umane, creando ponti e sintonie di comunicazione.

Velo di nebbia su Brisighella (foto E.Bassetti)

Velo di nebbia su Brisighella (foto E.Bassetti)

È una scelta parziale di versi, scritti tra il 2005 e il dicembre 2012, dopo la prima uscita ‘Oltre questo mare di silenzio’ (2005), in distribuzione nelle librerie di Faenza e Italia centrale. La raccolta è suddivisa in tre sezioni, diverse tra loro, ma rappresenta un territorio di situazioni comuni, vicende universali dove ognuno può riconoscersi. Sono comunione di sentimenti e nostalgie, senza linee di separazione tra maschile e femminile, e fronti di naufragi dei sogni di ognuno.

“Ingoio l’incertezza dei giorni che passano in una gestazione di silenzio e le parole vagabonde cercano agganci – racconta Aurea – per dare forma a groppi dell’anima ancora chiusi. Ormai trasformate in un ‘mercatino dell’usato’, ora c’è bisogno di un recupero, di una crescita, di un altrove che dia significato alla parola e comunichi emozioni.” Dal cuore alla ragione, le parole trovano allora valenza e si ricaricano di significato, creando legami e sintonie.

In apertura, si misurano col tempo di venti e burrasche dell’anima, elementi stabili nella poetica di Aurea, insieme ai limiti umani, tema centrale della raccolta. Si rispecchiano per tutti nell’eroismo delle gesta di Odisseo, tuttavia svelando-esaltando ben presto la contemporanea fragilità di Nessuno nelle sconfitte della vita. Eppure, nel cuore cristiano di Aurea, l’incertezza guarda senza paura il futuro. È consapevole del nostro essere provvisori in un paesaggio intimo di meraviglie e fardelli e nell’ultima sezione poetica sono parte di un esistenzialismo al femminile, un mondo piccolo di eventi consueti: la vita di Aurea così come a lei è cara. Avrei titolato la raccolta ‘le notti della vita’, in questa vita, per raggiungere il cui riposo fatichiamo tanto. Anche per Aurea sono veglie di silenzio verso nuove albe di attese, facendo la punta alle parole.

Margherita Rondinini

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>