Nike Italia chiama i Tamburi Medioevali a Roma

Nike Italia promuove a invito il torneo Roma Hypervenom Knockout, per il lancio del suo ultimo modello di scarpa da football, e chiama i Tamburi Medioevali di Brisighella.

La formazione dei Tamburi medioevali sfila in via Porta Fiorentina, a Brisighella.

La formazione dei Tamburi medioevali sfila in via Porta Fiorentina, a Brisighella.

Ad animare la competizione, mercoledì 11 settembre, i pugnaci Tamburi si presentano a Roma con una formazione a 9, nella classica divisa con casacca e cosciali, neri e bordeaux. “È la nostra prima uscita nella capitale – dichiara il presidente Franco Suaci – ma l’orgoglio aumenta pensando che a chiamarci è stato un brand famoso in tutto il mondo.”

Il Ponte della Musica, a Roma.

Il Ponte della Musica, a Roma.

A Roma, su un piccolo campo ai piedi del Ponte della Musica, squadre di ragazzi dai 14 ai 16 anni, punteranno alla vittoria. Solo tre attaccanti per squadra, niente portiere, 9 minuti ad alta intensità e solo una guadagnerà il titolo di squadra ‘più letale’ di Roma facendo goal con prestazione decisiva, agilità inarrestabile, evoluzione in attacco: tutte caratteristiche della nuova scarpa con tacchetti, ai piedi degli attaccanti in gara, e di Mattia Destro, attaccante della Roma che presenzia la competizione.

E l’attacco si sposa bene con i ritmi aggressivi dei Tamburi medioevali: in ‘ouverture’ al torneo romano e in finale per la premiazione. Riscattano così il sogno sfumato della vittoria col loro cocchio alla Folle Corsa delle Bighe (a Faenza giugno scorso), perduta per un soffio ma ora dimenticata con quest’inattesa opportunità nella Capitale, che è nuova sfida. Orgoglio e fierezza, che fin dai tempi del condottiero brisighellese Dionisio Naldi anima le generazioni dei Tre Colli, accompagna i Tamburi nella capitale, e proprio lo stemma del Naldi sarà adottato il prossimo anno come emblema della formazione per celebrare il trentesimo di attività.

La biga dei Tamburi medioevali di Brisighella alla Folle corsa delle Bighe. Faenza, giugno 2013.

La biga dei Tamburi medioevali di Brisighella alla Folle corsa delle Bighe. Faenza, giugno 2013.

L’esordio dei Tamburi è stato quasi una scommessa. Partita come attività didattica della maestra Amalia Carroli che insegnava il ritmo ai piccoli scolari, percuotendo bacchette di legno sui fustini di cartone di detersivo: “una propedeutica ludica – racconta – perché imparassero a coordinare udito e movimento”, in seguito la pratica rudimentale si è perfezionata sotto la direzione di Franco Asirelli con tamburi di legno e una seconda bacchetta. Poi nel 1999 la svolta decisiva e il gruppo diventa associazione culturale a tutti gli effetti eleggendo presidente Franco Suaci, tuttora in carica.

2009. I Tamburi medioevali di Brisighella al festivali di St.Patrick a Dublino.

2009. I Tamburi medioevali di Brisighella al festivali di St.Patrick a Dublino.

Lo zoccolo duro si allarga oggi a nuove leve che si uniscono ai ‘grandi’ per uscite locali e oltre la Romagna: “soprattutto al nord – precisa Suaci – Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli e Trentino. Memorabili restano le uscite al Carnevale di Patrasso nel 2008, e l’anno dopo per il nostro 25° anniversario, a Dublino, al festival di St.Patrick. Il prossimo anno taglieremo il traguardo dei 30 anni e già ci muoviamo per una festa in grande stile.”

Margherita Rondinini

© 2013 – Riproduzione riservata

(immagini E.Bassetti)

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>