Alla Biblioteca , I Manfredi, Signori di Faenza e Imola

Prosegue il programma di appuntamenti autunnali alla Biblioteca Comunale “Carlo Pasini” nella nuova sede di via Pascoli 1, con la collaborazione del Gruppo di Lettura.

Sabato 16 novembre alle ore 17, la presentazione dei libro “I Manfredi. Signori di Faenza e Imola” di Fausto Renzi, nell’anno dei festeggiamenti a loro dedicati.

“La saga dei Manfredi, dal 1313 al 1501, signori di Faenza (e di Imola dal 1439 al 1473), resta ancora oggi una vicenda memorabile e avventurosa che dal Medioevo a tutto il Rinascimento ha attraversato la storia d’Italia facendo parlare di sé Dante, Nicolò Machiavelli e Francesco Guicciardini. Le donne, i cavalieri, le armi e gli amori; e poi congiure, delitti, assedi, tradimenti, sangue, pestilenze, fasti di corte e matrimoni solenni: il racconto offre davvero tutti gli ingredienti di una storia a tinte forti. Il teatro della bisecolare vicenda è la Romagna, il più turbolento e ingovernabile lembo d’Italia.”

“Si tratta di una vicenda alla quale sono legati, oltre a Faenza, altri luoghi manfrediani, sia in Romagna che in Toscana, spiega l’autore che sarà presente all’incontro, tra cui anche Brisighella e la Val di Lamone fino a Marradi”

Tra suspense e colpi di scena, il libro racconta gli splendori e le infamie di un Rinascimento minore dove le donne celebri del ‘400 faentino hanno animato una trafila densa di emozioni: Gentile Malatesta, la reggente; Barbara Manfredi, la bella e sventurata moglie di Pino Ordelaffi; Cassandra Pavoni, amante, madre e monaca; l’infida e dannata Francesca Bentivoglio. Chiudono la rassegna, l’eroina Diamante Torelli e la leggendaria Ghilana, quasi a mitigare, all’alba del XVI secolo, la fine di tutta la storia manfreda”. Ai partecipanti è offerto il piacere dell’ascolto di alcuni tratti salienti del libro a cura del Gruppo di Lettura della Biblioteca.

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>