Nuovo appuntamento con “I giovedì del Lamone” a Brisighella

Hanno preso il via lo scorso giovedì da Bagnacavallo e proseguiranno giovedì 20 marzo a Brisighella gli incontri del ciclo “I giovedì del Lamone”, promossi dal Comune di Bagnacavallo e dalle associazioni Civiltà delle Erbe Palustri e Geol@b onlus nell’ambito del progetto partecipato “Lamone Bene Comune”.

Il fiume Lamone a Fognano - veduta aerea dell'abitato

Il fiume Lamone a Fognano – veduta aerea dell’abitato

Obiettivo degli incontri, come di tutto il percorso partecipato, è fare incontrare cittadini, associazioni e autorità competenti per scrivere assieme il “Quaderno della vita di fiume”, il vademecum nel quale il cittadino troverà tutte le informazioni necessarie per potere fruire del fiume e dell’ambiente circostante in sicurezza e libertà, dove trovare le indicazioni dei servizi e le istruzioni per eventuali autorizzazioni.

A Brisighella il ritrovo sarà alle 20.30 di giovedì 20 marzo presso il foyer del palazzo comunale, in via Naldi 2. Si parlerà di “Fiume Lamone e Parco dei Gessi, sinergie possibili”.

Nell’appuntamento bagnacavallese si è affrontato il tema della gestione del tratto di pianura del fiume Lamone assieme al geometra Andrea Bezzi del Servizio Tecnico di Bacino Romagna, che ha illustrato le competenze del Servizio, che vanno da un’azione ordinaria di gestione amministrativa del bene per quanto riguarda l’assetto idraulico, la risorsa idrica e il demanio a un’attività straordinaria relativa alla fase attuativa delle progettazioni, al servizio in caso di emergenza di piena inserito all’interno del sistema di protezione civile (che ha visto quest’anno il Servizio impegnato in ben sei occasioni).

Argine del fiume Lamone

Argine del fiume Lamone

Molto interesse ha suscitato nei partecipanti il tema della gestione della sicurezza idraulica degli argini, sia relativamente alle alberature sia per i danni causati dai roditori, in particolare istrici. Ed è su questo fronte che progetti come “Lamone Bene Comune” possono fare la differenza, portando l’attenzione delle autorità e dell’opinione pubblica su queste problematiche ma anche sollecitando una responsabilità collettiva.

«Questi incontri sono il primo passo per creare un progetto permanente che porti un’attenzione costante sul tema e promuova iniziative comuni – ha commentato il referente tecnico del percorso, Giacomo Buganè di Geol@b onlus –. Partendo proprio dai partecipanti al percorso, particolarmente sensibili con questi temi, si potrebbero sviluppare progetti pilota in sinergia fra volontariato, enti locali e autorità tecniche competenti, come nel caso degli sfalci o per il monitoraggio degli argini a tutela della sicurezza idraulica. Il contratto di fiume, meta a cui idealmente il progetto “Lamone Bene Comune” tende, è proprio l’istituzionalizzazione di un percorso come il nostro, che dà valenza sociale ed economica alla tutela del bene comune».

Il Quaderno si sta componendo in questi mesi grazie ai contributi che tutti i partecipanti al percorso stanno pubblicando sul sito www.fiumelamone.it e durante i colloqui realizzati dai referenti del progetto e questi cinque incontri saranno fondamentali per fare sintesi e aggiungere nuovi spunti e curiosità.

Il progetto “Lamone Bene Comune” è realizzato con il sostegno della legge regionale 3/2010 sulla partecipazione. Per informazioni sulle iniziative in programma, inviare una email a info@fiumelamone.it, consultare i siti internet www.fiumelamone.it, oppure www.ecomuseoerbepalustri.it, oppure contattare il Comune di Bagnacavallo al numero 0545 280889.

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>