Estate con il Rifugio Carnè: escursioni e visite guidate

Il principale centro visitatori del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola,  il Rifugio Carnè,  propone diverse attività escursionistiche sui Gessi di Brisighella, Monte Rontana e Monte Mauro.  Lungo i sentieri del Parco Regionale scopriremo le particolarità del nostro territorio: la fauna, la flora, la geologia, i fenomeni carsici, la storia e l’archeologia, i prodotti enogastronimici tipici . grotta_Tanaccia A 5 km da Brisighella, il Rifugio Carnè è il principale centro visitatori del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola, aperto tutti i giorni e tutto l’anno. Presso il rifugio troverete un punto di informazioni per turisti ed escursionisti, un ristorante, con prodotti locali e piatti tradizionali della cucina romagnola, e 20 posti letto, ideale per trascorrere la giornata, il fine settimana o diversi giorni di vacanza a contatto con la natura. Per maggiori informazioni: Centro visitatori 0546 80628Rifugio Carnè 0546 81468 Come e quando prenotare una visita guidata Le visite guidate possono essere organizzate su prenotazione, tutti i giorni a partire dal mese di aprile. I costi e le modalità delle escursioni sono indicati di seguito nella descrizione degli itinerari. I partecipanti sono tenuti a indossare calzature da montagna e abbigliamento adeguato all’escursione. Per prenotare una visita guidata potete contattare Davide Fabbri a uno dei seguenti recapiti: 347 8811339 o via mail davide.fabbri8@gmail.com carne03 LE VISITE GUIDATE: Grotta Tanaccia e ex-cava Marana Tra le oltre 220 grotte presenti nel Parco Regionale, la Tanaccia è visitabile a partire dal suo ingresso naturale, importante sito archeologico di epoca eneolitica, e lungo un percorso sotterraneo di oltre 400 m conservato al suo stato naturale. Dal 1 aprile al 31 ottobre le visite guidate possono essere effettuate tutti i giorni, a qualsiasi ora, su prenotazione. L’appuntamento è generalmente al parcheggio della grotta, sulla strada che collega Brisighella al rifugio Carnè, oppure al rifugio stesso. L’escursione dura 2 ore circa, di cui 1h15’ trascorse sotto terra. Il resto del tempo servirà per la vestizione: ai visitatori sarà fornito un equipaggiamento speleologico completo costituito da tuta e casco con impianto di illuminazione, per vivere un’esperienza da veri esploratori. Ogni partecipante dovrà OBBLIGATORIAMENTE essere munito di scarponi da montagna propri. Il percorso è adatto ai bambini a partire dai 6 anni, e necessita di una buona condizione fisica. Nei dintorni della grotta Tanaccia si aprono le gallerie dell’ex-cava di gesso Marana, testimonianza di un’attività estrattiva presente nel nostro territorio fin dall’antichità e che si evolve nel tempo. La cavità artificiale penetra nella montagna seguendo l’inclinazione dei banchi gessosi e termina sulle sponde di un lago sotterraneo. Sul sentiero sono visibili gli strumenti originali usati dai cavatori fino agli anni ’70. Difficoltà: facile, Durata: 30’ Costo della visita: 12 €/persona per la visita alla grotta, più 3 € per la visita alla cava. Numero partecipanti: minimo 6 persone Bivacco interno alla grotta Tanaccia La grotta Tanaccia si presta a un’esperienza particolare: il bivacco interno. Insieme alla guida trasporteremo il materile da bivacco all’interno della grotta e installeremo un campo base. Da qui proseguiremo la visita del percorso sotterraneo, e passeremo la notte, come avviene durante le vere esplorazioni speleologiche. Per il bivacco interno i partecipanti dovranno essere muniti di tenda e materiale da campeggio (sacco a pelo e materassino) propri. Difficoltà: difficile, Durata: 16h Costo della visita: 25 €/persona Numero di partecipanti: minimo 10 persone, massimo 18 Parco-museo geologico “Monticino” Fino agli anni ’70 la cava Monticino era un importante sito di estrazione di gesso situato nei pressi di Brisighella. La sua attività ha portato alla luce importanti serie stratigrafiche e fossilifere, uniche nel loro genere, che hanno contribuito alla ricostruzione della storia geologica dei gessi messiniani, dell’orogenesi dell’appennino e del clima nella “Romagna di 5 milioni di anni fa”. Dalla bonifica di questa cava, oggi dismessa, è stato realizzato un museo all’aperto per valorizzare questo geosito di importanza internazionale. Difficoltà: facile, Durata: 2h Costo della visita: 10€/persona Numero di partecipanti: minimo 10 persone Itinerari di Monte Mauro Al centro della Vena del Gesso, tra le valli dei fiumi Sintria e Senio, si trova la cima più alta di tutta la dorsale: Monte Mauro. Lungo i due sentieri ad anello che attraversano la montagna abbiamo sviluppato diversi itinerari per scoprire le particolarità del Parco Regionale, in uno dei suoi angoli più selvaggi. Potremo osservare la felce endemica Cheilantes persica, il volo di diversi rapaci diurni, l’architettura rurale tradizionale e i resti dell’estrazione di gesso in epoca romana. Le escursioni si concluderanno con la degustazione di vini e prodotti gastronomici presso le aziende del parco. Il Sentiero dei Cristalli Itinerario ad anello con partenza nel versante meridionale della montagna, lungo le tracce delle antiche cave di Lapis specularis, gesso a grandi cristalli trasparente come vetro che veniva ricercato in epoca romana per la fabbricazione di finestre. Lungo il tragitto non è difficile osservare i rapaci diurni in caccia. Dopo aver raggiunto la cima di Monte Mauro, che offre una panoramica su tutta la Vena, l’escursione si conclude con la degustazione presso le aziende Borgo dei Laghi, La Felce o Rio Stella. Difficoltà: intermedia, Durata: 4h Costo della visita: 10€/persona, include la degustazione Numero di partecipanti: minimo 10 persone Percorso natura e benessere sulla Vena del Gesso La Vena del Gesso Romagnola è anche caratterizzata da fenomeni idrotermali, e le virtù curative delle sue acque sulfuree sono note fin dal XVII secolo. In collaborazione con la stazione termale Riolo Bagni e con l’azienda agricola Zaccarini abbiamo realizzato un percorso naturalistico, enogastronomico e benessere. A partire dal borgo dei Crivellari, uno dei complessi rurali più significativi della Vena poiché interamente costruito in gesso, si percorre inizialmente il versante Nord di Monte della Volpe, per poi abbandonare l’affioramento gessoso e seguire il crinale che domina il Rio Basino, zona particolarmente protetta del parco regionale. Percorrendo i calanchi, creste scavate dall’erosione dei suoli argillosi, si giunge infine all’azienda agricola Zaccarini per una degustazione di vini e prodotti a base di scalogno di Romagna IGP. E per dimenticare la fatica ci attende un bagno invigorente nella piscina riscaldata delle terme di Riolo Bagni. Difficoltà: intermedia Durata prevista del trekking: 3h30’, segue la degustazione e il bagno nelle terme dalle ore 15.30 Costo della visita: 30€/persona, comprendono la visita guidata, la degustazione e l’accesso alle terme Numero partecipanti: minimo 10 persone

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>