Il Canto nell’antro …Concerto Trekking

Un concerto per anguane, grotte e specchi d’acqua. Domenica 21 Giugno, dalle ore 10 alle 18. Brisighella, Parco Vena del gesso – Cava Marana.

DSCF7866a

RAVENNA FESTIVAL   2015
Domenica 21 giugno, dalle ore 10 alle 18.00, Brisighella, Parco Vena del Gesso – Cava Marana

Il Concerto: ore 15.30 Cava Marana

Il Canto nell’antro

 
Duo Alarc’h
Simona Gatto voce, percussione  Marta Celli arpa celtica, voce
Orchestra d’archi della Scuola G. Sarti di Faenza diretta da Paolo Zinzani arrangiamenti orchestrali
Vanni Crociani
Fabio Mina flauti

Duo Alarc’h
Simona Gatto voce, percussione Marta Celli arpa celtica, voce
Alarc’h, è un duo femminile composto da Simona Gatto al bodhràn, cajon, tamburi a cornice, flauto traverso, flauti irlandesi e voce e da Marta Celli all’arpa celtica e voce. Romagnola una, calabrese l’altra, si incontrano nel 2009 con tante esperienze musicali alle spalle, ma con la voglia di unire due energie femminili ed i loro strumenti per creare qualcosa di nuovo. Il comune background culturale le ha orientate inizialmente verso la musica folk di area celtica, narrando le storie di fanciulle innamorate, fabbri, marinai e cigni. Proprio questo splendido animale hanno scelto per nome del duo, “Alarc’h”, in lingua bretone. “The rambling tree” (Albero Vagabondo), il loro primo album, datato 2010 raccoglie songs e tunes tradizionali da Irlanda, Scozia e Bretagna, più una composizione originale. Le esperienze musicali hanno fatto scaturire nelle Alarc’h una nuova vena compositiva, che nasce dall’esigenza di mettere in parole e musica il proprio vissuto poetico e personale e riavvicinarsi alle proprie radici. Tutto ciò confluisce in “Caminantes del azul”, secondo album (2013) in cui l’albero-arpa, partendo dalle terre celtiche, “sconfina” in un periplo attorno al Mediterraneo con nuovi ritmi e colori, trasportando l’arpa celtica verso nuove prospettive musicali.

alarch
Orchestra d’archi della Scuola G. Sarti di Faenza
diretta da Paolo Zinzani arrangiamenti orchestrali Vanni Crociani L’Ensemble d’Archi Sarti nasce all’interno della Scuola di Musica di Faenza nel 2011 grazie alla spinta propulsiva dei Maestri Paolo Zinzani, violinista fra i fondatori di Accademia Bizantina e del violoncellista Denis Burioli.
L’obiettivo dell’Ensemble è quello di eseguire il repertorio barocco con grande attenzione per
la prassi esecutiva. La formazione è composta da una ventina di elementi, in gran parte studenti della Scuola Comunale “Sarti” e comprende: violini, viole, violoncelli, contrabbassi e cembali. Nel corso di questi anni sono state numerose le esperienze artistiche effettuate in collaborazione con Istituzioni Musicali didattiche ed artistiche, in rassegne, eventi e festival musicali.

ensemble
Fabio Mina flauti
Nato a Rimini nel 1984 ha iniziato a studiare flauto da bambino. Parallelamente agli studi accademici, ha intrapreso l’esperienza dell’improvvisazione, prima in un contesto jazzistico poi in uno spazio musicale che non avesse confini, anche attraverso lo studio di strumenti a fiato di diverse parti del mondo come bansuri (flauto traverso indiano), dizi e hulusi (flauti cinesi), duduk (oboe armeno) shakuhachi (flauto giapponese), fujara (flauto armonico di grandi dimensioni tipico in Slovacchia) etc. Dal 2007 collabora col trombettista Markus Stockhausen con cui si è esibito in diversi festival in Italia e in Germania. Lo stesso Stockhausen, nel 2011, ha prodotto il suo primo album “Vìreo” per l’etichetta tedesca Aktivraum. Ha collaborato con artisti come Kudsi Erguner, Fabrizio Ottaviucci, Enzo Pietropaoli, Tara Boumann, Luigi Ceccarelli, Cristiano De Andrè e Vinicio Capossela. Da sempre indaga possibilità timbriche degli strumenti a fiato e la loro relazione con l’elettronica dal vivo e la field recording. Con il percussionista Marco Zanotti e la partecipazione di Stockhausen, ha pubblicato il suo secondo album “The Shore” per l’etichetta bolognese A Simple Lunch.

fabio mina

www.ravennafestival.org

Il trekking: ore 10 Piazzale Stazione FFSS

Il percorso della lunghezza complessiva di 10 km sarà affontato a tappe. Non vi sono difficoltà tecniche se non il fatto che i primi 4 km sono sostanzialmente tutti in salita con un dislivello positivo di 350 metri.
Queste le tappe: Brisighella – Cava Monticino Pieve di Rontana – scavi di Rontana – Parco Carnè (ristoro)
Cava Marana (concerto) Brisighella.
Si raccomanda un abbigliamento consono alle camminate, scarpe comode. È bene portare con se una piccola riserva di acqua e soprattutto una felpa per assistere al concerto visto che la temperatura all’interno della cava è di 18°C circa.
I minori devono essere accompagnati da genitori (o da chi ne fa le veci) e sorvegliati durante tutto il percorso.
Info 338 5097841

Il percorso

Una passeggiata nella storia, lungo il Sentiero delTempo. Dal centro storico medievale di Brisighella agli
scavi archeologici di Rontana, passando nei pressi della grotta Tanaccia, celebre per i ritrovamenti dell’età del Bronzo, conservati presso il Museo Nazionale di Ravenna. Storia dell’antico legame tra l’Uomo e il Gesso, dalle miniere romane di lapis specularis, il vetro di pietra, alle cave recenti, vertiginose pareti verticali e suggestivi antri, trasformate in musei o spettacolari teatri temporanei. Una passeggiata nella natura, abbarbicata sulle pareti gessose, rigogliosa, verde di felci e profumata di tigli nei versanti settentrionali; stentata, ma tenace e affascinante nelle rupi esposte a sud, colorata dal giallo odoroso di miele delle ginestre e dal rosa carico dei garofani selvatici e delle
orchidee. Così vicina all’uomo, un solo passo la separa dal centro di Brisighella, eppure così selvaggia: qui vivono animali indomiti e affascinanti come il falco pellegrino, il gufo reale, il gatto selvatico e perfino il lupo.
Massilimiano Costa, direttore Parco Vena del Gesso Romagnola

www.trailromagna.eu

ginestre e i 3 colli

 

Il Pic-nic: dalle 13 alle 15 Rifugio Cà Carnè

Il concerto trekking si fermerà dalle 13 alle 15 per un rigenerante ristoro. Il partecipanti potranno rifocillarsi con un vero pic-nic sdraiandosi nei prati e nelle aree verdi del parco Carné consumando il proprio ‘cestino’.
È possibile approfittare del servizio del Rifugio Ca’ Carnè con le seguenti proposte:
CESTINO PIC-NIC (150 persone):
7 € con Carne
– Panino con salame di Mora Romagnola o prosciutto crudo.
– Frutto: albicocca o pesca – Dolce: ravioli di Casal Fiumanese.
– Bibita: acqua, coca, fanta, birra 33 cl, tè, succhi di frutta.
7 € Vegetariano (variante)
– Panino con formaggio 3 latti, più pomodoro e basilico.
PRANZO SEDUTO (massimo 50 persone):
20 € con Carne
– Piatto con salumi, formaggi e sottoli.
– Tagliatelle con salsa di Mora Romagnola.
– Torta al cioccolato farcita con confettura di albicocche.
– 1/2 l acqua, 1/4 l vino bianco o rosso, caffè.
20 € Vegetariano
– Piatto con formaggi, sottoli, confetture e ricotta con fichi
caramellati.
– Tagliatelle con carciofo moretto di Brisighella.
– Torta al cioccolato farcita con confettura di albicocche.

– 1/2 l acqua, 1/4 l vino bianco o rosso, caffè.

carne03

 

Biglietteria Brisighella, stazione FFSS dalle ore 9.00; Cava Marana dalle ore 14.30
Biglietti € 10 Iscrizione (escluso ristoro) + € 5 tessera assicurativa Trail Romagna (valida fino al 31/12/15)

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>