L’epoca dei Briganti in Romagna

Ritornano gli appuntamenti di “Incontriamoci in Biblioteca” promossi dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Brisighella, presso la Biblioteca Comunale “Carlo Pasini” Complesso Cicognani) V.le Pascoli, 1.La prima proposta letteraria in calendario, Sabato 24 Ottobre p.v. alle ore 17, prende in considerazione una delle vicende storiche più caratteristiche che ha contraddistinto la nostra Romagna a metà dell’Ottocento fino ad arrivare alle soglie del XIX° Secolo, il fenomeno del brigantaggio e la valenza sociale che questo ha comportato.

Briganti e passatore copertina

A dire il vero le proposte sono ben due, con autori di alto spessore letterario e culturale edite da Ponte Vecchio di Cesena. “Il Passatore. Le imprese brigantesche di Stefano Pelloni” curata direttamente dagli editori Casalini Roberto e Marzio con Remo Ragazzini. “Briganti.Saracca & archibugio” di Gian Ruggero Manzoni già scrittore e cultore delle nostre tradizioni.

“Il Passatore. Le imprese brigantesche di Stefano Pelloni” di Remo Ragazzini, Roberto Casalini, Marzio Casalini
Seguendo la storia del Passatore, qui raccontata con agile passo narrativo, il lettore non soltanto avrà cognizione di un personaggio straordinario, di una efferatezza senza paragoni nell’epos del brigantaggio romagnolo, ma anche avrà il quadro memorabile della Romagna di metà Ottocento, così fosco e terribile nella violenza dei grassatori, nella ferocia della legge, nelle campagne strette nella subordinazione e nella miseria – da apparirci in una lontananza infinita.

“Briganti. Saracca e archibugio” di Gian Ruggero Manzoni
Negli anni ’50, ’60 e ’70 del secolo scorso, lo storico Giovanni Manzoni diede vita – sulla base di lunghe e accurate ricerche e avvalendosi del suo archivio familiare e di altri archivi, privati e pubblici – allo studio più approfondito del fenomeno brigantaggio in Romagna che finora possediamo. Divise il suo lavoro in sei volumi, oggi introvabili, che furono accolti dal grande favore del pubblico. A distanza di quasi quarant’anni, a seguito delle continue richieste di ristampa, Gian Ruggero, a sua volta scrittore e cultore di ciò che è tradizione e passato, ha pensato di compendiare l’approfondita analisi del padre in un unico volume. Snello e piacevole alla lettura, il libro, oltre a riportare i nuclei fondamentali dell’opera di Giovanni Manzoni, aggiunge ulteriori notizie e documenti, ritrovati da Gian Ruggero e da altri storici in questi ultimi decenni. Ne nasce il quadro esaustivo e aggiornato degli eventi che caratterizzarono la piaga sociale del brigantaggio romagnolo, che perdurò fino alla fine del XIX secolo, coinvolgendo anche le Marche, l’allora Granducato di Toscana, l’area del bolognese e il Veneto.

Biblioteca esterno

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>