La matematica come lente per comprendere la realtà

Un “approccio” diverso per amare la matematica nella sua applicazione quotidiana. Perchè è così importante studiare la matematica? A cosa serve nella vita di tutti i giorni? L’universo in cui viviamo…”non si può intendere se prima non s’ impara a intender la lingua, e conoscere i caratteri ne’ quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica”(Galileo Galilei, Il Saggiatore , 1623).  “Incontriamoci in Biblioteca” : Venerdì 27 Novembre 2015, alle ore 20.30, presso la Biblioteca Comunale.

triangoli

Venerdì 27 Novembre 2015, alle ore 20.30, presso la Sala Multimediale della Biblioteca Comunale “Carlo Pasini” a Brisighella, conferenza pubblica :“LA MATEMATICA COME LENTE PER CONOSCERE LA REALTÀ”
a cura di Daniel Girelli.

Mondo

Perché è così importante studiare matematica a scuola? A cosa serve conoscere i logaritmi nella vita di tutti i giorni? Come può essere utile sapere la teoria della probabilità quando compro un biglietto della lotteria o gioco al superenalotto? Queste sono solo alcune delle domande che mi vengono costantemente rivolte dagli studenti. Non è mai semplice spiegare le ragioni di un fatto per noi evidente (in questo caso l’intima connessione che esiste tra il pensiero matematico e concetti quali bellezza, verità, libertà ed utilità), tant’è che le prime volte rispondevo a tali domande con una provocazione (“Ma come fa a non piacerti?”), che sortiva il solo effetto di suscitare cori offensivi da stadio contro il sottoscritto. Col tempo ho imparato a metter da parte l’orgoglio ferito ed ho affinato le argomentazioni per convincere gli eretici e i blasfemi a cambiar fronte: se vogliamo comprendere il più a fondo possibile l’universo in cui viviamo allora sappiamo che “non si può intendere se prima non s’impara a intender la lingua, e conoscere i caratteri ne’ quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica” (Galilei, Il Saggiatore, 1623). La matematica è lo strumento più efficace che la ragione finita umana abbia prodotto (o scoperto?) per comprendere la realtà: permette di risolvere problemi mettendo a fuoco gli aspetti essenziali, di cambiare punti di vista per percepire meglio la natura circostante, di cogliere le strutture profonde e nascoste all’apparenza che tengono insieme il mondo. Obiettivo della serata è di mostrare, in maniera divulgativa e partendo da esempi della vita quotidiana, come il pensare matematico (al di là delle complicate formule che ancora oggi fatico ad imparare) sia uno strumento utile (fondamentale?) sia per orientarsi e prendere decisioni più informate sui problemi della società contemporanea, che per approfondire la natura di concetti importanti quanto problematici per la specie umana come, ad esempio, verità e giustizia.

Daniel Girelli

spirale-aurea
BIBLIOGRAFIA

Beutelspacher, A., Matematica, Ponte alle Grazie, 2011.
Cole, K.C., L’universo e la tazza da tè, Longanesi & Co, 1999.
Filocamo, G., Mai più paura della matematica, Feltrinelli, 2011.

Info 0546.994415

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>