Borgo Indie 2018


A Brisighella, nel complesso della Chiesa dell’Osservanza, Sabato 26 e Domenica 27 Maggio avrà luogo l’edizione 2018 di BorgoIndie: il festival delle produzioni agricole e culturali. La manifestazione ripercorre il tracciato narrato sin dalla prima edizione del 2014, un viaggio a 360′ gradi che dal mercato dei vignaioli si spinge fino ai confini della musica e della conferenza/dialogo. chiostroDue giorni (sabato 26 alla sera e domenica 27 maggio) destinati a raccontare lo sviluppo della creatività e della produzione agricola indipendente , “indie” se contratto in inglese. brisighella è anche il “Borgo” dove tutto accade. Da qui BorgoIndie.

logo borgo indie

Sabato 26 maggio

Si inizia alle ore 20.30 con una cena del recupero ideata da due grandi chef stellati

A seguire, uno spettacolo di stand-up comedy con Alessandro Ciacci ad accompagnare dessert e amari

 

Domenica 27 maggio

Il mercato aprirà alle 11.00 e chiuderà alle 21.00

Alle 12.00 avrà luogo un laboratorio sulle fermentazioni con la partecipazione di Andrea Bezzecchi (Acetaia San Giacomo, Stefano Silvi (NeroFermento) e Marco Massarotto (Le vie del Sake)

Alle 15.00 Degustazione con Francesco Falcone che ci introdurrà in un viaggio alla scoperta dei Vini del Carso

Alle 17.00 Carlo Catani e alcuni ospiti, calice di vino in mano, discuteranno di non-spreco e riuso, partendo dalle pagine del libro Tempi di recupero, fresco di stampa per i tipi di Quinto Quarto Edizioni

A partire dalle 18.30 al via il prequel di Romagna canta (con ospiti) a cura del MEI – Meeting degli Indipendenti e in collaborazione con Osteria della Sghisa

 

Come arrivare

Dal centro di Brisighella imboccare la centrale Via Roma, percorrerla tutta immettendosi sulla SP 302 in direzione Fognano, dopo circa 50 m., sulla sinistra, si può scorgere la Chiesa dell’Osservanza.

Brisighella – uno dei borghi più belli d’Italia

Brisighella è un borgo antico, che si adagia ai piedi di tre inconfondibili pinnacoli rocciosi su cui poggiano una Rocca del XV secolo, la Torre cosiddetta dell’Orologio ed il Santuario del Monticino.

Le origini del borgo risalgono alla fine del Duecento quando Maghinardo Pagani, considerato il più grande condottiero medioevale della Romagna (citato anche da Dante nella Divina Commedia) edificò su uno dei tre colli quella che divenne la torre fortificata più importante della vallata, ai cui piedi si sviluppò il Borgo.

Il convento dell’Osservanza

Appena fuori dalle Mura del paese si erge il convento dell’Osservanza, autorizzato da Leone X nel 1518 quale dimora dei frati Minori osservanti.

Musica e Spettacoli

Sabato 26 maggio – dalle ore 22.30

Spettacolo di stand-up comedy con Alessandro Ciacci

(ingresso gratuito)

———————————–

 

Domenica 27 maggio – dalle ore 18.30

Prequel “Romagna canta” (con ospiti), il primo Festival della Canzone Dialettale con cantori romagnoli e provenienti da altre regioni d’Italia

In collaborazione con MEI – Meeting degli indipendenti e Osteria della Sghisa

(ingresso gratuito)

 

Conferenza

domenica 27 maggio – ore 17.00

Verrebbe voglia di chiamarlo “Dialogo tra cervello e stomaco” se non fosse che a sentir parlar di cibo il primo si blocca e il secondo brontola. Carlo Catani e alcuni ospiti, calice di vino in mano, discuteranno di non-spreco e riuso, partendo dalle pagine del libro Tempi di recupero, fresco di stampa per i tipi di Quinto Quarto Edizioni.

 

Mercato

domenica 27 maggio dalle 11 alle 21, lungo i chiostri del convento dell’Osservanza potrete incontrare, degustare e acquistare i prodotti di molti artigiani.

 

Cena nel Refettorio del Convento

Sabato 26 maggio ore 20.30 

Una cena sul tema del recupero e del riuso dei prodotti e delle fermentazioni, con due grandi chef stellati: Riccardo Agostini e Pierluigi Di Diego.

 

Le Degustazioni di BorgoIndie

Degustazioni stellari a BorgoIndie

 

Domenica 27 maggio ore 12.00

Le fermentazioni – Laboratorio e degustazioni alla scoperta di prodotti fermentati poco conosciuti e i loro processi dcon Andrea Bezzecchi (Acetaia San Giacomo), Stefano Silvi (NeroFermentato) e Marco Massarotto (Le vie del saké)

Ingresso gratuito


 

Domenica 27 maggio ore 15.00

I vini del Carso – Degustazione guidata da Francesco Falcone

 

Chi è l’artigiano? Colui che esercita il suo mestiere con particolare maestria. Il termine maestria può rimandare a un modo di vivere ormai tramontato, e invece al contrario designa un impulso umano sempre vivo, indispensabile soprattutto in quegli ambiti in cui occorre mettere in connessione mano e testa; in cui è necessario un dialogo costante tra le pratiche concrete e il pensiero.

Ecco, per fare vino buono bisogna essere artigiani fino al midollo, si deve usare la tecnica e si deve riflettere, valutare gli esiti e condurre gli approdi. E se devo scegliere un solo luogo ricco di artigiani del vino, abitato da vignaioli ispirati, allora dico che il Carso, tra Italia e Slovenia, è un’opzione tra le più ghiotte per gli appassionati. Un posto davvero felice per chi ami confrontarsi con produttori sensibili, che fanno pensando e pensano facendo.

In occasione di Borgoindie vi racconterò un po’ di storie carsoline, il territorio e i vini, assaggiando alcune bottiglie di marcata personalità.

 

Quota iscrizione: 35€

Per info e prenotazioni: stefania@borgoindie.it

 

 

 

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title="" rel=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>